3 commenti su “Festival del Medioevo: riflessioni

  1. Anche Penne & Papiri ha partecipato al Festival del Medioevo di Gubbio e devo confessare che provo le medesime sensazioni (opportunamente adattate al nostro lavoro) di quelle espresse nel post della Mansio Templi.
    A queste considerazioni aggiungerei anche l’orgoglio di essere stati chiamati fin da subito (tra le piccole realtà, editoriali e rievocative) alla prima edizione di questa splendida manifestazione: hanno scommesso su di noi e noi, come al solito, abbiamo risposto dando il nostro meglio.
    Alla fine, tra i pionieri del Festival del Medioevo, noi c’eravamo.

    PS: aggiungo che la cosa più bella del festival è stata ricreare nuovamente (anche se sistemati in luoghi differenti) la collaborazione fra P&P e MTP, ritrovandoci dopo tanto tempo come se ci fossimo lasciati il giorno prima. E non è poco.

  2. Pingback: Un treno chiamato “Festival del Medioevo”. | Un the con le Parche

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...